Nuove proposte sui trasporti mirano a maggiore sicurezza ed efficienza


Nuove proposte per l'efficienza dei trasporti



Per sostenere la transizione verso una mobilità più pulita, più verde e più intelligente, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeoCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT, la Commissione ha adottato oggi quattro proposte che modernizzeranno il sistema di trasporto dell'UE. Aumentando la connettività e spostando un numero maggiore di passeggeri e merci su rotaia e vie navigabili interne, sostenendo l'introduzione di punti di ricarica, infrastrutture di rifornimento alternative e nuove tecnologie digitali, ponendo maggiore attenzione alla mobilità urbana sostenibile e rendendo più facile scegliere diverse opzioni di trasporto in un efficiente sistema di trasporto multimodale, le proposte metteranno il settore dei trasporti ove la sicurezza sui trasporti di merci pericolose si ha con la consulenza adr e così siamo sulla buona strada per ridurre le proprie emissioni del 90%. La Commissaria per i Trasporti Adina Vălean ha dichiarato: “Oggi proponiamo standard più elevati lungo la rete TEN-T, potenziando la ferrovia ad alta velocità e integrando la multimodalità, e un nuovo corridoio nord-sud nell'Europa orientale. Con la nostra direttiva sui sistemi di trasporto intelligenti stiamo abbracciando le tecnologie digitali e la condivisione dei dati. Vogliamo rendere i viaggi nell'UE più efficienti – e più sicuri – sia per i conducenti, sia per i passeggeri che per le imprese. Le città collegate dalle infrastrutture dell'UE sono le nostre centrali economiche, ma devono anche essere città snelle, per abitanti e pendolari. Ecco perché raccomandiamo un quadro dedicato per la mobilità urbana sostenibile, per guidare la transizione più rapida verso una mobilità urbana sicura, accessibile, inclusiva, intelligente e a emissioni zero”, perchè anche nei mezzi di trasporto la sicurezza sul lavoro è importante e fondamentale per tutti.

Una TEN-T intelligente e sostenibile

La TEN-T è una rete europea di ferrovie, vie navigabili interne, rotte marittime a corto raggio e strade. Collega 424 grandi città con porti, aeroporti e terminal ferroviari. Quando la TEN-T sarà completata, ridurrà i tempi di viaggio tra queste città. Ad esempio, i passeggeri potranno viaggiare tra Copenaghen e Amburgo in 2,5 ore di treno, invece delle 4,5 ore necessarie oggi. Per affrontare i collegamenti mancanti e modernizzare l'intera rete, la proposta di oggi: Richiede che le principali linee ferroviarie passeggeri TEN-T consentano ai treni di viaggiare a una velocità di 160 km/h o più entro il 2040, creando così collegamenti ferroviari ad alta velocità competitivi in tutta l'Unione. Canali e fiumi devono garantire buone condizioni di navigazione, non ostacolate ad esempio dal livello dell'acqua, per un numero minimo di giorni all'anno. Richiede più terminal di trasbordo, una migliore capacità di movimentazione presso i terminal merci, tempi di attesa ridotti ai valichi di frontiera ferroviari, treni più lunghi per trasferire più merci su modalità di trasporto più pulite e l'opzione per il trasporto di autocarri su tutta la rete ferroviaria con maggiore sicurezza anche per tutti i lavoratori, ove fosse necessario richiedere al rspp esterno di implementare in collaborazione con tutto lo staff una più diffusa cultura della sicurezza all'interno dell'azienda. Per garantire che la pianificazione delle infrastrutture soddisfi le reali esigenze operative, crea anche nove "corridoi di trasporto europei" che integrano ferrovia, strada e vie navigabili. Introduce una nuova scadenza intermedia del 2040 per anticipare il completamento delle parti principali della rete prima della scadenza del 2050 che si applica alla rete più ampia e completa. Quindi i nuovi collegamenti ferroviari ad alta velocità tra Porto e Vigo, e Budapest e Bucarest, tra gli altri, devono essere completati entro il 2040. Richiede che tutte le 424 principali città lungo la rete TEN-T sviluppino piani di mobilità urbana sostenibile per promuovere la mobilità a emissioni zero e per aumentare e migliorare i trasporti pubblici e le infrastrutture per passeggiate a piedi e in bicicletta.

Come implementare sicurezza nei trasporti per avere più efficienza

Aumento del traffico ferroviario a lunga percorrenza e transfrontaliero


La ferrovia rimane uno dei modi di trasporto più sicuri e puliti ed è quindi al centro della nostra politica volta a rendere la mobilità dell'UE più sostenibile. La proposta TEN-T odierna è accompagnata da un piano d'azione sulle ferrovie a lunga percorrenza e transfrontaliere che delinea una tabella di marcia con ulteriori azioni per aiutare l'UE a raggiungere l'obiettivo di raddoppiare il traffico ferroviario ad alta velocità entro il 2030 e triplicarlo entro il 2050 . Sebbene il numero di persone che viaggiano in treno sia aumentato negli ultimi anni, solo il 7% dei chilometri percorsi in treno tra il 2001 e il 2018 ha riguardato viaggi transfrontalieri. Per incoraggiare un maggior numero di persone a prendere in considerazione il treno per i viaggi all'estero, il piano d'azione definisce azioni concrete per rimuovere gli ostacoli ai viaggi transfrontalieri ea lunga percorrenza e rendere i viaggi in treno più attraenti per i passeggeri. Le azioni includono: una proposta legislativa multimodale nel 2022 per promuovere una biglietteria multimodale di facile utilizzo; consentire ai passeggeri di trovare i biglietti migliori al prezzo più interessante e supportare meglio i passeggeri in caso di perturbazioni e l'impegno a studiare un'esenzione dall'IVA a livello dell'UE per i biglietti ferroviari; l'abrogazione delle norme tecniche e operative nazionali ridondanti; un annuncio di proposte per il 2022 in materia di orari e gestione della capacità, che rafforzeranno servizi ferroviari transfrontalieri più rapidi e frequenti; linee guida per i prezzi di accesso ai binari nel 2023 che faciliteranno l'accesso degli operatori ferroviari alle infrastrutture, aumentando la concorrenza e consentendo prezzi dei biglietti più interessanti per i passeggeri. Entro il 2030, la Commissione sosterrà il lancio di almeno 15 progetti pilota transfrontalieri per testare l'approccio del piano d'azione, prima dell'entrata in vigore dei nuovi requisiti TEN-T.

Come implementare sicurezza nei luoghi di lavoro

Servizi di trasporto intelligenti per i conducenti

La mobilità intelligente rende la nostra mobilità più sostenibile. La Commissione propone pertanto di aggiornare la direttiva ITS del 2010, adeguandola all'emergere di nuove opzioni di mobilità su strada, app di mobilità e mobilità connessa e automatizzata. La nostra proposta stimolerà una più rapida diffusione di nuovi servizi intelligenti, proponendo che alcuni dati cruciali su strade, viaggi e traffico siano resi disponibili in formato digitale, come limiti di velocità, piani di circolazione o lavori stradali, lungo la rete TEN-T e, infine, che copre l'intera rete stradale. Garantirà inoltre che i servizi essenziali relativi alla sicurezza siano resi disponibili ai conducenti lungo la rete TEN-T. La proposta odierna aggiornerà la direttiva in linea con le nuove priorità su migliori servizi multimodali e digitali.

Mobilità urbana più pulita, più verde, più facile

Il nuovo quadro della mobilità urbana andrà a beneficio degli utenti dei trasporti e di tutte le persone che li circondano. Le città ospitano milioni di persone. La proposta odierna affronta alcune delle sfide della mobilità derivanti da questa intensa attività economica: congestione, emissioni, rumore. L'Urban Mobility Framework definisce le linee guida europee su come le città possono ridurre le emissioni e migliorare la mobilità, anche attraverso piani di mobilità urbana sostenibile. Il focus principale sarà sui trasporti pubblici, a piedi e in bicicletta. La proposta dà inoltre la priorità a soluzioni a emissioni zero per le flotte urbane, inclusi taxi e servizi di trasporto passeggeri, l'ultimo miglio di consegne urbane e la costruzione e l'ammodernamento di hub multimodali, nonché nuove soluzioni e servizi digitali. La proposta odierna delinea le opzioni di finanziamento per gli enti locali e regionali per attuare queste priorità.

Trasporti sicurezza ed efficienza come aumentarla

Conclusione


Questo è il secondo pacchetto di proposte per sostenere una transizione verso trasporti più puliti ed ecologici dopo la pubblicazione della Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente della Commissione nel dicembre 2020. La strategia è una tabella di marcia, che guida il settore verso gli obiettivi del Green Deal europeo.

Trasporto sostenibile


Il sistema di trasporto europeo ha riscosso un enorme successo, collegando le persone in tutto il continente e riducendo i tempi di percorrenza. Poiché siamo diventati tutti più mobili, l'impronta di carbonio delle nostre attività di trasporto è cresciuta. I trasporti rappresentano attualmente un quarto delle emissioni di gas serra dell'UE e questa cifra continua a crescere con l'aumento della domanda. Il Green Deal europeoCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT mira a una riduzione del 90% di queste emissioni entro il 2050. Passare a trasporti più sostenibili significa mettere gli utenti al primo posto e fornire loro alternative più convenienti, accessibili, più sane e più pulite. Un obiettivo chiave è aumentare considerevolmente l'adozione di veicoli puliti e combustibili alternativiCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. Entro il 2025 serviranno circa 1 milione di stazioni pubbliche di ricarica e rifornimento per i 13 milioni di veicoli a zero e basse emissioni previsti sulle strade europee. La Commissione sostiene e finanzia l'installazione di punti di ricarica e rifornimento dove esistono carenze persistenti, in particolare per i viaggi a lunga distanza e le zone meno densamente popolate. Il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi climatici richiede anche il passaggio a modalità di trasporto più sostenibili come la ferroviaCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT e le vie navigabili interneCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. Affinché ciò avvenga, la capacità di entrambe le modalità dovrà essere estesa e gestita meglio. Anche il trasporto multimodaleCerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT, ovvero la combinazione di vari modi di trasporto durante un viaggio, può aumentare l'uso di modi di trasporto sostenibili, ma necessita di un forte impulso. La direttiva sul trasporto combinato è importante in questo caso: è concepita per supportare le operazioni di trasporto merci multimodali che coinvolgono il trasporto ferroviario e per vie navigabili, compreso il trasporto marittimo a corto raggio. È fondamentale migliorare l'efficienza dell'intero sistema di trasporto. Le tecnologie digitali che consentono la mobilità automatizzata e i sistemi di gestione intelligente del traffico, ad esempio, aiuteranno con l'efficienza e allo stesso tempo renderanno i trasporti più puliti. Anche le applicazioni intelligenti e le soluzioni "Mobility as a Service" giocheranno un ruolo importante. Nel settore dell'aviazione, l' iniziativa Cielo unico europeo dovrebbe ridurre significativamente le emissioni dell'aviazione a costo zero per i consumatori e le imprese, riducendo i tempi di volo.Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. I costi ambientali e sanitari negativi dei trasporti, noti anche come esternalità , non si riflettono generalmente nei prezzi. Per rimediare, la Commissione prevede di estendere lo scambio di quote di emissione al settore marittimo e di ridurre le quote del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE attualmente assegnate gratuitamente alle compagnie aeree. Ciò sarà coordinato con l'azione a livello mondiale, in particolare presso l'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale (attraverso CORSIA) e l'Organizzazione marittima internazionale. Un'altra azione dell'UE a sostegno del principio "chi inquina paga" comprende l'applicazione di pedaggi stradali efficaci nell'UE e la fine dei sussidi per i combustibili fossili.Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. È nelle città che si sente maggiormente l'inquinamento. È necessaria una combinazione di misure per affrontare la qualità dell'aria, le emissioni, la congestione urbana e il rumore. Questi includono il miglioramento dei trasporti pubblici e la promozione di modi di trasporto attivi come camminare e andare in bicicletta . L'UE presterà particolare attenzione alla riduzione dell'inquinamento nei porti dell'UE nonché degli inquinanti emessi dagli aerei e dalle operazioni aeroportuali.Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT. La Commissione sostiene la transizione verso la mobilità sostenibile attraverso il meccanismo per collegare l'Europa (CEF). Impegnata a spendere il 60% del budget in progetti infrastrutturali legati alla sostenibilità, CEF sarà importante nella creazione di una rete europea di infrastrutture per la ricarica dei combustibili alternativi e nel consentire una rete ferroviaria europea altamente performante e interoperabile.Cerca le traduzioni disponibili del link precedenteIT L' iniziativa ReFuelEU Aviation lanciata il 14 luglio 2021 contiene l'obbligo per le compagnie aeree di aumentare il carburante per aerei miscelato con SAF quando partono dagli aeroporti dell'UE. E allo stesso tempo, introduce l'obbligo per i fornitori di carburante di includere quote crescenti di SAF nel carburante degli aerei dal 2025 al 2050. Queste norme armonizzate a livello dell'UE per i combustibili aeronautici sostenibili (SAF) si applicheranno a tutti gli operatori e garantiranno quindi un livello.

Trasporti sicurezza ed efficienza come aumentarla

    Combustibili alternativi per la mobilità sostenibile in Europa


    Oggi i trasporti dipendono ancora dal petrolio per il 94% del proprio fabbisogno energetico. L'Europa importa circa l'87% del suo greggio e dei suoi prodotti petroliferi dall'estero, con una fattura di importazione di greggio stimata in circa 187 miliardi di euro nel 2015 e costi aggiuntivi per l'ambiente.
    La ricerca e lo sviluppo tecnologico hanno portato a dimostrazioni di successo di soluzioni di combustibili alternativi per tutti i modi di trasporto. L'adozione del mercato, tuttavia, richiede un'azione politica aggiuntiva. Il pacchetto Clean Power for Transport mira a facilitare lo sviluppo di un mercato unico dei combustibili alternativi per i trasporti in Europa:

    - una comunicazione che definisce una strategia europea globale sui combustibili alternativi, per la sostituzione a lungo termine del petrolio come fonte di energia in tutti i modi di trasporto; - Una proposta di direttiva sulla diffusione di infrastrutture di ricarica e rifornimento di combustibili alternativi; - una valutazione d'impatto di accompagnamento; - Un documento di lavoro dei servizi della Commissione che definisce le esigenze in termini di condizioni di mercato, regolamenti, codici e standard per un'ampia diffusione del GNL da parte del mercato nel settore marittimo. - La Direttiva finale, adottata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio il 29 settembre 2014 a seguito dei negoziati interistituzionali:
    Chiede agli Stati membri di sviluppare quadri politici nazionali per lo sviluppo del mercato dei combustibili alternativi e delle loro infrastrutture; Prevede l'utilizzo di specifiche tecniche comuni per le stazioni di ricarica e rifornimento; Apre la strada alla creazione di adeguate informazioni per i consumatori sui combustibili alternativi, compresa una metodologia chiara e solida di confronto dei prezzi.