Prospettive di promozione della salute nella salute e sicurezza sul lavoro


Come promuovere la sicurezza sul lavoro



Prospettive organizzative su come integrare con successo le attività di promozione della salute nella salute e sicurezza sul lavoro

Le malattie croniche, che includono malattie cardiache, ictus, alcuni tipi di cancro e diabete, sono da tempo le principali cause di morte e disabilità in tutto il mondo. 1,2 Nei paesi ad alto reddito come il Canada, tre persone di età superiore ai vent'anni su cinque vivono con una condizione di salute cronica prevenibile e quattro su cinque sono a rischio di sviluppare malattie croniche prevenibili. 3,4 Per i lavoratori, le condizioni di salute croniche sono state collegate a un aumento del rischio di infortuni sul lavoro, 5,6 complicazioni più gravi dopo un infortunio, 7 tempi di recupero prolungati, 8 e diminuzione della produttività. 6I luoghi di lavoro sono luoghi efficaci per gli sforzi di prevenzione delle malattie croniche in quanto sono dove è possibile raggiungere un gran numero di persone che lavorano e trascorrono anche la maggior parte della loro giornata di veglia. 9,10 L'ambiente di lavoro, che comprende l'ambiente fisico, psicosociale e organizzativo, può anche modellare direttamente i comportamenti di salute, sicurezza e salute dei dipendenti. 11,12 Ad esempio, il lavoro a turni, le lunghe ore di lavoro, lo stress lavorativo e il lavoro fisicamente impegnativo sono stati associati a obesità, 13,14 malattie cardiovascolari, 15,16 e cattiva salute mentale. 17,18Molti lavoratori con comportamenti malsani (p. Es., Fumo, elevato consumo di alcol e diete malsane) sono impiegati anche in lavori pericolosi, amplificando così potenzialmente i loro rischi di infortuni e malattie croniche.

I programmi di promozione della salute sul posto di lavoro operano in genere separatamente dalle attività di sicurezza sul lavoro nel loro scopo di alterare i comportamenti sanitari individuali. Tuttavia, un approccio integrato alla salute dei lavoratori riconosce il ruolo del più ampio ambiente di lavoro nel facilitare i comportamenti sanitari e la promozione della salute. In particolare, un approccio integrato alla salute dei lavoratori si concentra sull'alterazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche sul posto di lavoro per proteggere i lavoratori dai rischi per la salute legati al lavoro, nonché per promuovere la loro salute e il loro benessere generale. 21 Negli ultimi dieci anni si è assistito a un aumento degli studi sugli effetti degli approcci integrati alla salute dei lavoratori, aiutati dalle approvazioni del programma Total Worker Health ® dell'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro e da altre agenzie per la salute e il lavoro.22-24 Esempi di approcci integrati per la salute dei lavoratori implementati includono: un programma per ridurre il fumo e l'esposizione a sostanze chimiche legate al lavoro che sinergizzano i rischi di cancro del fumo nei lavoratori commerciali, 25 l'estensione di un programma di sicurezza sul lavoro per includere esercizi fisici, partecipazione di gruppo processi per pianificare / attuare la riprogettazione del lavoro e la formazione sui temi dello stile di vita come parte di un programma di sicurezza sul lavoro, 26 e un intervento partecipativo rivolto allo stress lavorativo, alla salute mentale e al benessere dei colletti blu. 27L'evidenza empirica, sebbene ancora emergente, fornisce un supporto iniziale per l'efficacia degli approcci integrati per la salute dei lavoratori nel contribuire a tassi più elevati di partecipazione dei lavoratori per gli sforzi di promozione della salute e della sicurezza, 28-31 riduzioni dei tassi di infortunio sul lavoro e disabilità, 32,33 e ridotti costi sanitari e sociali. Sempre si rileva molto importante per tutte le aziende e i loro dipendenti, essere in linea con quella che è la parte di Sicurezza sul lavoro Normativa.



La guida per supportare l'integrazione di sicurezza, salute e benessere nelle politiche e nelle pratiche organizzative sta diventando sempre più disponibile. Ad esempio, Sorensen et al hanno sviluppato una serie di fasi di implementazione attraverso una revisione della letteratura e discussioni con i ricercatori. I risultati hanno delineato sette indicatori con misure di accompagnamento di approcci integrati per la salute dei lavoratori, tra cui: leadership e impegno organizzativo, coordinamento tra protezione della salute e promozione della salute, politiche e pratiche organizzative di supporto, gestione coordinata e strategie di coinvolgimento dei dipendenti, vantaggi e incentivi, valutazione e sorveglianza integrate e contenuto del programma completo. 35,36 Cooklin et al hanno esaminato le prove empiriche e gli studi di casi australiani nelle loro raccomandazioni.37 Le linee guida includevano l'importanza della collaborazione e della comunicazione tra i dipartimenti della salute sul lavoro e delle risorse umane, la costruzione di un'infrastruttura di sicurezza sul lavoro esistente e il miglioramento continuo basato sulla valutazione del programma in corso. Il Campbell Institute ha anche utilizzato prove di casi di studio per fornire alle organizzazioni un processo per un approccio sistemico al coordinamento delle pratiche di sicurezza, salute e benessere sul lavoro. 38 Tra le raccomandazioni del rapporto c'era un focus su come i luoghi di lavoro possono identificare, dare priorità e indirizzare gli interventi alle condizioni di salute a più alto rischio per la popolazione dei lavoratori. 38Queste risorse riassumevano in gran parte le valutazioni dei programmi esistenti o dei rapporti aziendali ufficiali tratti dai casi di studio. Di conseguenza, le risorse esistenti sono utili per sviluppare una comprensione dei modi in cui le organizzazioni all'avanguardia selezionano, adottano e sostengono determinati approcci integrati alla salute dei lavoratori. Altrettanto importante è nominare all'interno della propria azienda un RSPP.

Mancano dalla guida esistente l'incorporazione di input da parte dei lavoratori in ruoli manageriali o di leadership (cioè, una voce organizzativa) sulla fattibilità e praticità delle raccomandazioni integrate sulla salute dei lavoratori, così come input su facilitatori e ostacoli all'implementazione. Il contributo dell'organizzazione è particolarmente importante in quanto può essere difficile ottenere l'approvazione dell'organizzazione e convincere i lavoratori a iscriversi e partecipare a programmi volontari di promozione della salute sul posto di lavoro. 39 Ciò è in linea con la ricerca di azione partecipativa sul posto di lavoro, che enfatizza il coinvolgimento dei partecipanti in parte o in tutto il processo di ricerca e coinvolge il dialogo critico, la riflessione e la discussione tra i partecipanti per sviluppare prove e orientamenti attuabili. 40Inoltre, il processo di ricerca-azione partecipativa può far avanzare la ricerca sull'implementazione fornendo indicazioni pratiche per ciò che funziona per chi, perché e in quali situazioni. 41,42 L'obiettivo di questo studio era identificare facilitatori, barriere e raccomandazioni per l'implementazione quando si cerca di attuare un approccio integrato alla salute dei lavoratori basato sulle prospettive dei rappresentanti dell'organizzazione.

METODI

Una serie di processi sequenziali sono stati condotti dal gruppo di ricerca per sviluppare raccomandazioni basate su prospettive organizzative ( Fig.1). I processi includevano l'istituzione di un comitato consultivo delle parti interessate organizzative pertinenti, una revisione dell'ambito della letteratura, un seminario di un'intera giornata con i consulenti delle parti interessate organizzative e ulteriori rappresentanti dell'organizzazione per discutere i risultati della revisione dell'ambito, un'analisi tematica delle discussioni del seminario, un Esercizio di classificazione delle raccomandazioni basato sul web derivato dalle discussioni del workshop e finalizzazione delle raccomandazioni. Il comitato consultivo era composto da sei informatori chiave con conoscenza delle iniziative di promozione della salute e della sicurezza sul lavoro (ad esempio, professionisti della salute e della sicurezza, consulenti del benessere, accademici). Il comitato è stato reclutato per condividere le proprie intuizioni nel guidare gli obiettivi dello studio e nell'interpretazione dei risultati.Cinque degli informatori chiave erano canadesi e uno proveniva dagli Stati Uniti ed era già noto ai membri del team di ricerca. Il protocollo dello studio è stato approvato dal comitato etico della ricerca in scienze della salute presso l'Università di Toronto (protocollo n .: 00036727).

Per prima cosa è stata eseguita una revisione dell'ambito per esaminare la letteratura grigia e sottoposta a revisione paritaria disponibile dei facilitatori, delle barriere e delle raccomandazioni che sono rilevanti per l'implementazione degli approcci integrati per la salute dei lavoratori. La revisione dell'ambito è stata guidata da un framework sviluppato da Arksey e O'Malley e dalle raccomandazioni formulate da Levac et al. 43,44È stata seguita la seguente procedura in cinque fasi: (1) identificare la domanda di ricerca, (2) identificare i documenti pertinenti, (3) scegliere i documenti in base ai criteri di inclusione ed esclusione (selezione del documento), (4) elencare i dati organizzati per temi e questioni principali (tracciare i dati), (5) raggruppare, riassumere e riportare i risultati al fine di redigere una descrizione sommaria (sintesi dei dati). I seguenti database elettronici sono stati cercati negli ultimi dieci anni per studiare l'inizio (gennaio 2008 fino all'11 febbraio 2019): EMBASE, Ovid Medline, PsycINFO e ABI Inform. Inoltre, è stato costituito un comitato consultivo delle parti interessate con la conoscenza e l'esperienza delle iniziative di promozione della salute e della sicurezza sul lavoro (ad esempio, professionisti della salute e della sicurezza, consulenti del benessere, accademici) per identificare documenti aggiuntivi. Sono stati esaminati un totale di 59 documenti.I dettagli dei metodi e dei risultati della revisione sono descritti altrove.45 In breve, la revisione ha rilevato facilitatori e barriere all'implementazione ai seguenti livelli: fattori extra-organizzativi (si riferisce a fattori di livello macro al di fuori del luogo di lavoro, ad esempio, sindacati, governo e la comunità più ampia), l'organizzazione (si riferisce alla leadership e prospettive gestionali, politiche organizzative e cultura), lavoratore (si riferisce alla disponibilità e flessibilità dei lavoratori a partecipare ai programmi) e ai programmi (si riferisce alle caratteristiche specifiche e alla progettazione del programma integrato di salute dei lavoratori).

Discussioni del workshop

Si è tenuto un seminario di un'intera giornata con discussioni in piccoli gruppi con i partecipanti dell'organizzazione. I partecipanti erano composti da membri del comitato consultivo dello studio e sono stati anche suggeriti dal comitato consultivo come rappresentanti dell'organizzazione con prospettive pertinenti sulla sicurezza sul lavoro e sulla promozione della salute. Il seminario ha riunito rappresentanti delle organizzazioni di consulenza, lavoro, industria e governo, tra cui salute e sicurezza sul lavoro, risorse umane, benefici per i dipendenti, assistenza ai dipendenti, promozione della salute sul posto di lavoro, lavoro organizzato e salute pubblica. È stato detto loro che lo studio mirava a identificare processi e principi guida per integrare la salute e sicurezza sul lavoro e le attività di promozione della salute. Quindici potenziali partecipanti sono stati invitati a partecipare tramite un invito inviato via e-mail,dodici hanno partecipato al seminario, mentre tre persone non hanno potuto partecipare dopo aver accettato di partecipare. Ai tre rappresentanti dell'organizzazione che avevano accettato di partecipare al seminario ma non erano in grado di partecipare, è stato inviato un riepilogo dei materiali del seminario tramite posta elettronica in modo che potessero aggiungere le loro prospettive dopo l'incontro. Il consenso informato è stato ottenuto da tutti i partecipanti al seminario. Ai partecipanti è stato offerto un piccolo onorario di $ 60 per coprire le spese di viaggio, sebbene molti partecipanti abbiano rifiutato l'onorario in conformità con le loro pratiche organizzative.Ai tre rappresentanti dell'organizzazione che avevano acconsentito a partecipare al seminario ma non erano in grado di partecipare è stato inviato un riepilogo dei materiali del seminario via e-mail in modo che potessero aggiungere le loro prospettive dopo l'incontro. Il consenso informato è stato ottenuto da tutti i partecipanti al seminario. Ai partecipanti è stato offerto un piccolo onorario di $ 60 per coprire le spese di viaggio, sebbene molti partecipanti abbiano rifiutato l'onorario in conformità con le loro pratiche organizzative.Ai tre rappresentanti dell'organizzazione che avevano acconsentito a partecipare al seminario ma non erano in grado di partecipare è stato inviato un riepilogo dei materiali del seminario via e-mail in modo che potessero aggiungere le loro prospettive dopo l'incontro. Il consenso informato è stato ottenuto da tutti i partecipanti al seminario. Ai partecipanti è stato offerto un piccolo onorario di $ 60 per coprire le spese di viaggio, sebbene molti partecipanti abbiano rifiutato l'onorario in conformità con le loro pratiche organizzative.

Lo scopo del workshop era quello di far discutere i partecipanti sui risultati della revisione dell'ambito dal punto di vista delle proprie esperienze. Le sessioni di approfondimento hanno chiesto ai partecipanti: (i) se sono d'accordo con i facilitatori e le barriere identificate dalle prove esistenti, (ii) i loro pensieri su ciò che manca dalle prove e (iii) cosa conta di più per loro quando implementano le raccomandazioni nella realtà -mondo. In particolare, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a piccoli gruppi di discussione (tre gruppi, ciascuno con quattro partecipanti) e presentati con i temi della revisione dell'ambito e un elenco di definizioni di temi o concetti per aiutarli a comprendere i risultati della ricerca precedente. In una serie di esercizi di gruppo, i partecipanti sono stati incoraggiati a elencare e discutere all'interno dei loro gruppi su ciò che ritenevano fossero i tre facilitatori più importanti, barriere,e raccomandazioni per l'attuazione di pratiche integrate di salute e sicurezza dei lavoratori. Una discussione di gruppo completo ha seguito ciascuna delle sessioni di piccoli gruppi per chiarire ulteriormente e migliorare gli argomenti di discussione.

Il materiale delle discussioni del workshop è stato riassunto dai piccoli gruppi su lavagne a fogli mobili. Inoltre, le registrazioni audio hanno catturato discussioni di gruppo complete e sono state trascritte alla lettera, mentre i membri del team di ricerca hanno preso appunti sulle loro osservazioni. I dati sono stati archiviati e organizzati utilizzando NVivo (QSR International), un programma per la gestione dei dati qualitativi. 46 Poiché il workshop ha coinvolto i partecipanti in modi diversi attraverso discussioni aperte e ha raccolto informazioni attraverso molteplici strade (mappe mentali su lavagne a fogli mobili, note dei ricercatori e trascrizioni delle discussioni), i dati sono stati analizzati in modo olistico seguendo una struttura di analisi tematica qualitativa per identificare temi. 47Inizialmente, due ricercatori hanno identificato in modo indipendente un elenco di temi emergenti dalle note di discussione del workshop e hanno sviluppato uno schema di codifica preliminare delle raccomandazioni elencate sotto i temi. Entrambi i ricercatori si sono poi incontrati per discutere il loro elenco iniziale di temi e qualsiasi differenza nei temi / raccomandazioni codificate, fino a raggiungere un consenso. A questo punto l'elenco dei temi e delle raccomandazioni è stato condiviso con gli altri membri del team di ricerca e discusso. Un membro del team di ricerca ha anche recuperato citazioni dalle trascrizioni della discussione del workshop per illustrare il contesto di ciascuna raccomandazione.

Esercizio di classificazione delle raccomandazioni chiave
Per organizzare l'elenco di temi e raccomandazioni, il team di ricerca ha adottato il framework Plan-Do-Check-Act (PDCA), un metodo iterativo in quattro fasi utilizzato nel miglioramento continuo dei processi di gestione. 48La fase "Piano" implica la definizione di obiettivi e processi necessari per fornire un approccio integrato; "Fare" comprende la consegna / implementazione del piano nella fase precedente; “Check” comprende azioni in cui vengono valutati i dati ed i risultati raccolti dalla fase “Do”; e "Adjust" (rivisto da "Act" nel ciclo PDCA) è quando i record dei passaggi "Do" e "Check" aiutano a identificare i problemi con il processo. Questa fase comprende anche l'adeguamento dei componenti dell'approccio integrato, ove necessario. È stato riscontrato che il framework PDCA non cattura tutti i processi di implementazione emersi dall'analisi e il team di ricerca ha esteso il framework per includere una fase preliminare di "Pre-Plan", che implica la comprensione di quando considerare la pianificazione per un approccio integrato alla salute dei lavoratori.Il quadro modificato è di seguito denominato ciclo PPDCA.

Il team di ricerca ha sviluppato un esercizio di classificazione basato sul Web utilizzando il software per sondaggi online Qualtrics (Qualtrics, Provo, UT). L'esercizio di classificazione ha chiesto ai partecipanti di classificare l'elenco dei temi e delle raccomandazioni identificati nell'analisi delle discussioni del workshop e allineati con le fasi del PPDCA. L'esercizio di classificazione è stato pilotato due volte dal gruppo di ricerca prima di essere finalizzato. A tutti i quindici rappresentanti dell'organizzazione originaria è stato inviato un collegamento via e-mail con un collegamento privato all'esercizio di classificazione e fornito una panoramica generale del progetto e la rilevanza dell'esercizio. Ai partecipanti sono state concesse 3 settimane per completare l'esercizio e hanno inviato due e-mail di promemoria. Gli intervistati hanno anche potuto visualizzare citazioni anonime per comprendere meglio il significato e il contesto associati a ciascuna raccomandazione.L'esercizio di classificazione ha chiesto ai partecipanti di valutare le raccomandazioni all'interno di ciascuna delle fasi del PPDCA su una scala Likert a cinque punti (da non importante a molto importante). Ai partecipanti è stata anche data l'opportunità di suggerire una raccomandazione più adatta o di proporre ulteriori raccomandazioni che ritenevano mancassero. Se gli intervistati hanno suggerito ulteriori raccomandazioni, è stato chiesto loro di valutarne l'importanza sulla stessa scala delle altre raccomandazioni. Infine, è stato calcolato un punteggio medio complessivo delle valutazioni dei partecipanti per ciascuna raccomandazione che va da un punteggio più basso di 0 (per niente importante) a un punteggio più alto di 5 (molto importante).Ai partecipanti è stata anche data l'opportunità di suggerire una raccomandazione più adatta o di proporre ulteriori raccomandazioni che ritenevano mancassero. Se gli intervistati hanno suggerito ulteriori raccomandazioni, è stato chiesto loro di valutarne l'importanza sulla stessa scala delle altre raccomandazioni. Infine, è stato calcolato un punteggio medio complessivo delle valutazioni dei partecipanti per ciascuna raccomandazione che va da un punteggio più basso di 0 (per niente importante) a un punteggio più alto di 5 (molto importante).Ai partecipanti è stata anche data l'opportunità di suggerire una raccomandazione più adatta o di proporre ulteriori raccomandazioni che ritenevano mancassero. Se gli intervistati hanno suggerito ulteriori raccomandazioni, è stato chiesto loro di valutarne l'importanza sulla stessa scala delle altre raccomandazioni. Infine, è stato calcolato un punteggio medio complessivo delle valutazioni dei partecipanti per ciascuna raccomandazione che va da un punteggio più basso di 0 (per niente importante) a un punteggio più alto di 5 (molto importante).per ciascuna raccomandazione è stato calcolato un punteggio medio complessivo delle valutazioni dei partecipanti che vanno da un punteggio più basso di 0 (per niente importante) a un punteggio più alto di 5 (molto importante).per ciascuna raccomandazione è stato calcolato un punteggio medio complessivo delle valutazioni dei partecipanti che vanno da un punteggio più basso di 0 (per niente importante) a un punteggio più alto di 5 (molto importante).

    Astratto
    • Obbiettivo: Vi è un crescente riconoscimento del valore dell'integrazione degli sforzi per promuovere la salute dei lavoratori con le attività esistenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Questo documento mirava a identificare facilitatori, barriere e raccomandazioni per l'implementazione di approcci integrati alla salute dei lavoratori.
    • Metodi: Tredici parti interessate provenienti da diversi settori lavorativi hanno partecipato a un seminario che ha affrontato le questioni chiave alla base degli approcci integrati alla salute dei lavoratori nella propria e in altre organizzazioni. Erano inclusi partecipanti provenienti da risorse umane, salute e sicurezza sul lavoro, governo e sindacati. L'analisi tematica e un esercizio di classificazione online hanno identificato le priorità delle raccomandazioni e hanno contribuito a un quadro concettuale.
    • Risultati: I partecipanti hanno sottolineato l'importanza delle fasi di pianificazione oltre all'implementazione e alla valutazione. I temi hanno evidenziato le priorità organizzative, l'approvazione della leadership, le pressioni esterne, la formazione, la promozione del programma e le metriche di valutazione.
    • Conclusioni: I risultati forniscono indicazioni pratiche per integrare la promozione della salute dei lavoratori e le fasi di sicurezza e implementazione.

    [Extract Source:https://journals.lww.com/joem/Fulltext/2021/02000/The_Importance_of_Small_Business_Safety_and_Health.1.aspx]